VENDITE ALL’ASTA ED ERRORI DEL PERITO NELLA STIMA DEL VALORE DELL’IMMOBILE

VENDITE ALL’ASTA ED ERRORI DEL PERITO NELLA STIMA DEL VALORE DELL’IMMOBILE

Commento a cura dell’ Avv. Stefano Puccinelli a Cass. Civ. 2359 del 2 febbraio 2010, Sez. III

E’ astrattamente configurabile una responsabilità del consulente nominato dal Giudice dell’Esecuzione per la stima del bene immobile pignorato, ove questi abbia negligentemente assolto all’incarico demandatogli, rilevando negligentemente la relativa estensione e attribuendo all’immobile un valore di mercato diverso e (superiore) rispetto a quello effettivo.

E’ questo il principio affermato dalla Corte di Cassazione con la sentenza in commento e qui sotto allegata, avendo riguardo a un caso in cui l’esperto incaricato della stima di un bene pignorato da vendersi all’asta aveva errato nella rilevazione della consistenza metrica dell’appartamento medesimo, attribuendogli un’estensione superiore rispetto a quella effettiva e conseguentemente  stimandone in eccesso il relativo valore.

Invero, se la Corte d’Appello, investita della questione, aveva escluso l’idoneità di una siffatta condotta a determinare un danno risarcibile in capo all’aggiudicatario, sulla base della convinzione che il prezzo di aggiudicazione all’asta di un immobile venisse determinato non tanto dalla stima del bene effettuata dall’esperto, quanto dalla gara tra i partecipanti all’asta, la Corte di Cassazione, con la pronuncia in esame, ha chiarito come non possa escludersi a priori la rilevanza di una tale perizia nella determinazione del prezzo di acquisto offerto dall’aggiudicatario, stante la consapevolezza non solo che la gara possa anche ben mancare ma anche in considerazione del fatto che è comunemente noto che l’offerente faccia affidamento alle caratteristiche dell’immobile quali risultanti dalla perizia e formuli la sua offerta in funzione di tali caratteristiche, con conseguente risarcibilità del danno da esso patito ove l’immobile non presenti le caratteristiche ivi descritte.

Cass. civ. 2359_2010